OSPITALITA' AGRICOLTURA ARTIGIANATO AVVENIMENTI PERCORSI E SPORT CULTURA E STORIA GEOGRAFIA DOVE SIAMO
   
Sei in: Home / Percorsi e sport / Escursioni 
 Percorsi e
 sport
    
   

Monti di Patone

 Comuni interessati  Isera 
 Accesso   Piazza San Martino, Lenzima
 Lunghezza  Km 9 
 Dislivello  m 664 
 Quota massima  m 1268 
 Tempo di percorrenza  ore 3.00 - 4.30
 Fontane  Patone 
 Percorso  Patone Nandrom Praistll Ziresi Monti
 Pissavacca Patone

Itinerario
Dalla piazza di Patone, seguendo l'indicazione per Castel Corno, dopo un centinaio di metri si prende a destra e si sale per un breve tratto fino al bivio soprastante.
Qui la strada da tenere quella a sinistra. Raggiunto il deposito dell'acquedotto termina l'asfalto e si entra nel bosco.
Ad un certo punto il sentiero si biforca: ci teniamo ancora a sinistra e raggiungiamo la strada tagliafuoco. Lattraversiamo e continuiamo la salita fino a sbucare sul primo di tre terrazzamenti coltivati a prato. Seguiamo la pista tracciata dai trattori nel prato e finalmente siamo alla quota pi alta di questo itinerario (1268).
Da qui, se vogliamo, facile raggiungere (5 minuti) il quadrivio che porta al passo Bordala a destra e al rifugio Somator a sinistra.
Proseguiamo comunque scendendo a destra e, superata la stanga, percorriamo la strada che, oltrepassati i boschi di Nandrom, diventa sentiero, attraversa Praistell e incrocia la "direttissima" Patone Bordala.
Procediamo diritti e superiamo un ruscello per finire nei prati dei Ziresi.
Il sentiero si allarga nella strada che scende a valle, diventa asfaltata e, passando per i Monti, ci porta alla cascata della Pissavacca.
Una comoda passeggiata pianeggiante ci riporta in dieci minuti a Patone.

Caratteristiche
La salita che porta da Patone alla pi alta quota di questo percorso piuttosto ripida. Si superano 1660 metri di dislivello percorrendo poco pi di tre chilometri per cui la pendenza media superiore al 20%. Dopo questo sforzo per rilassante completare il resto del tragitto perlopi nel bosco, con la possibilit di incontrare capitelli e croci, testimoni dei senso religioso dei nostri avi.

 

 

Patto Territoriale

Cos�� il Patto territoriale della Val di Gresta?

Leggi
 Coordinamento testi: Katia Angeli, Norma Benoni, Michela Luise

Project by Graffiti2000